Esportare vino in Cina

 

LE FORMALITA’ E LE ATTENZIONI DA PRESTARE QUANDO SI ESPORTA VINO IN CINA

Per esportare vino in Cina, è necessario registrarsi presso le competenti autorità, le quali hanno predisposto un’apposita preocedura da farsi via web: ecco la relativa documentazione.

Bisogna infatti rispettare le “Administrative Provisions on Filing of Importers and Exporters of Imported Foods” e le “Administrative Provisions on Recording of Importing and Marketing of Imported Foods”, in vigore dal 1/10/2012. Ciò comporta la necessità di compilare appositi formulari, predisposti dalla General Administration of Quality Supervision, Inspection and Qurantine of P.R.C., mediante il provvedimento No. 55, 2012.

 


China Food and Drugs Administration


 

Nell’ottica di instaurare una collaborazione con un soggetto cinese per la distribuzione del Vs. vino, sarebbe anche bene pensare – con congruo anticipo – ad una protezione dei Vs. marchi aziendali, sopratutto qualora essi abbiano una rilevante valenza economica.

Tenete inoltre presente che … la Cina è grande.

Qualora pensaste di coprire una parte significativa di tale mercato, dovete capire se il Vs. partner ne ha l’effettiva capacità.

La questione è sia commerciale che giuridica.

Giuridica, nel senso che risulta rischioso/pregiudizievole concedere un’eventuale esclusiva per tutta la Cina, specie se viene concessa “al buio”.

Commerciale, nel senso che potreste perdere delle opportunità di vendita, se il partner non ha la capacità operativa.

Tutte tali valutazioni vanno eseguite accuratamente e prima di instaurare un rapporto commerciale: il rischio è quello di trovarsi poi completamente bloccati.



 

Informazione.

L‘Istituito per gli Studi di Politica Internazionale: