E-Bacchus

E-Bacchus è la banca dati delle indicazioni geografiche e delle menzioni protette nella Comunità per i vini originari degli Stati membri e dei paesi terzi.


La banca dati E-Bacchus, curata dalla Commissione Europea, contiene:

Stabilisce infatti l’art.18 del regolamento (CE) N. 607/2009 della Commissione del 14 luglio 2009, recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio per quanto riguarda le denominazioni di origine protette e le indicazioni geografiche protette, le menzioni tradizionali, l’etichettatura e la presentazione di determinati prodotti vitivinicoli:

Registro

1. A norma dell’articolo 118 quindecies del regolamento (CE) n. 1234/2007 (divenuto l’art.104 del regolamento 1308/2013, sulla OCM Unica: n.d.r.), la Commissione crea e tiene aggiornato  un «Registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette» (di seguito: «il registro»). Il registro è creato nella banca dati elettronica «E-Bacchus» sulla base delle decisioni che concedono la protezione alle denominazioni di cui trattasi.

2. Le denominazioni di origine e le indicazioni geografiche accettate sono iscritte nel registro.
Per le denominazioni registrate in virtù dell’articolo 118 vicies, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1234/2007, la Commissione iscrive nel registro i dati di cui al paragrafo 3 del presente articolo.

3. La Commissione iscrive nel registro i dati seguenti:

a) il nome protetto;
b) il numero di fascicolo;
c) la protezione del nome come indicazione geografica o come denominazione di origine;
d) il nome del paese o dei paesi di origine;
e) la data di registrazione;
f) il riferimento all’atto col quale il nome è stato protetto;
g) il riferimento al documento unico.

4. Il registro è pubblico.

Analogamente dispone il 3 comma dell’art.40 di detto regolamento per le menzioni.